Gli investimenti – il terzo contribuente

Gli investimenti – il terzo contribuente

La cassa pensione investe a lungo termine sui mercati finanziari, in modo da poter rimunerare costantemente gli interessi sull’avere di vecchiaia e i contributi previdenziali. L’obiettivo è generare il rendimento necessario – con un rischio sostenibile – a beneficio degli assicurati. In questo contesto, gli investimenti sono spesso indicati come il cosiddetto terzo contribuente. Con il primo e il secondo contribuente si intendono il datore di lavoro e i lavoratori.

La commissione di previdenza della relativa cassa di previdenza può scegliere fra tre strategie adeguate che si differenziano principalmente per la loro quota azionaria strategica – 15%, 30% e 40% – nonché per la quota di immobili. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina www.previs.ch/it/vermoegensanlagen.

Strategia d’investimento 15

Strategia d’investimento 30

Strategia d’investimento 40

Ogni cassa pensione deve orientarsi con la propria strategia d’investimento all’Ordinanza sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità OPP2. Disciplina il volume massimo per ogni categoria d’investimento, allo scopo di ripartire uniformemente i rischi d’investimento.

La gestione di portafogli di Previs avviene internamente. Una società di consulenza esterna professionale svolge importanti compiti di consulenza per gli investimenti della cassa pensione.

Previs prende molto sul serio i diritti degli azionisti – per conto degli assicurati – e si rivolge a una società specializzata indipendente per ottenere consulenza sull’esercizio dei diritti di voto. In qualità di membro della Fondazione Ethos e dell’Ethos Engagement Pool, insieme ad altre casse pensione, Previs cerca anche di instaurare un dialogo costante con le aziende. Il diario sui voti espressi nelle singole assemblee generali è pubblicato periodicamente su www.previs.ch/it/mitgliedschaften.