Riserva per motivi di salute
In occasione di nuove entrate gli istituti di previdenza hanno la facoltà di applicare riserve per motivi di salute fino a un periodo massimo di cinque anni, nei quali viene compresa anche la durata dell’eventuale riserva (per la stessa malattia) del precedente istituto di previdenza. Se nel periodo di validità della riserva si verifica un evento assicurato provocato dalla malattia che ha motivato la riserva, le prestazioni per invalidità e le prestazioni (future attese) per superstiti vengono ridotte per tutta la loro durata alle prestazioni minime LPP.