Divorzio (Regolamento, art. 22)

Purtroppo la vita coniugale dei Parma non si svolge come previsto. I coniugi sono prossimi al divorzio. In caso di divorzio, l’avere della cassa pensione risparmiato durante il matrimonio (prestazione d’uscita) viene suddiviso tra marito e moglie. Ogni parte deve trasferire la metà del proprio avere e riceve in contropartita la metà dell’avere dell’altro coniuge. Tale norma è volta a prevenire un’eventuale penalizzazione nei confronti di Petra Parma, che ha ampiamente rinunciato a un’attività lucrativa per dedicarsi ai figli e alla casa e che pertanto, di norma, è riuscita a risparmiare solo un esiguo avere di previdenza personale.

Gli averi vengono suddivisi anche se un coniuge è già pensionato o invalido in questo momento (nuovo diritto del divorzio valido dal 1o gennaio 2017). La corresponsione dell’avere della cassa pensione suddiviso o la relativa conversione in una rendita vitalizia per il coniuge avente diritto avviene dopo una sentenza di divorzio passata in giudicato emessa da un tribunale svizzero. I fondi restano nella previdenza professionale e non sono corrisposti in contanti.

Calcolo per divorzio
(rappresentazione semplificata)
Antonio Parma Petra Parma
Prestazione d’uscita in caso di divorzio CHF 250'000 CHF 85'000

Deduzioni
Prestazione di libero passaggio in caso di matrimonio
+ capitalizzazione sino al divorzio (6 anni all’1.0%*)


CHF 100'000
CHF 6'000

CHF 50'000
CHF 3'000
Prestazione d’uscita da dividere CHF 144'000 CHF 32'000

* Rispettivo interesse LPP

Il giudice del divorzio decide ora come deve avvenire la divisione. Con la cessione della metà dei suoi averi, le prestazioni di Antonio Parma si riducono. Ha ora la possibilità di effettuare nella cassa pensione un riscatto nell’ambito dell’avere trasferito.

Informazioni complementari sono disponibili nell’articolo «Divorzio: la cassa pensione viene divisa» su www.previs.ch/divorzio.